Cambia il tuo modo di pensare e migliora la tua strategia di investimento a breve termine

Gestire il surplus di liquidità in un contesto a basso tasso di interesse è un compito frustrante.

Massimizzare i rendimenti è una sfida continua e apparentemente insormontabile. Bisogna assicurarsi che la liquidità sia al sicuro e utilizzarla per investimenti remunerativi. Insomma, è difficile esaltarsi quando raccogli solo rendimenti da "zero virgola" qua e là sui depositi in banca o in un fondo monetario. Sì, la tua liquidità è al sicuro, ma difficilmente aggiunge valore all'azienda. La liquidità è una risorsa vitale che non dovrebbe restare inattiva. Quindi, se desideri davvero che la tesoreria sia riconosciuta come un partner a valore aggiunto all'interno della tua azienda, forse è il momento di cambiare il tuo modo di pensare in materia di gestione della liquidità e migliorare la tua strategia d'investimento a breve termine.

Livello uno: depositi bancari Ogni azienda tiene almeno un po' di liquidità in banca. Dopotutto, le banche sono state create per conservare il denaro. E non c'è niente di male. La liquidità sarà al sicuro e accessibile in caso di necessità. Niente di più. Il ritorno sull'investimento è molto ridotto con tassi così bassi. In alcuni Paesi, le banche chiedono alle imprese di pagare una quota in cambio della conservazione della loro liquidità. In base ai rapporti pubblicati, le aziende sono alla ricercadi alternative a maggior rendimento.

Livello due: fondi monetari I fondi monetari sono un ottimo strumento di investimento a breve termine. Sono estremamente popolari tra le aziende statunitensi ed europee, e sempre più diffusi in Asia. I fondi con rating AAA, i più comunemente usati dalle società, forniscono la sicurezza e la stessa liquidità giornaliera ottenibili da un deposito bancario. Forniscono inoltre una maggiore diversificazione del rischio rispetto a un conto bancario. Ciò è dovuto al fatto che la liquidità è distribuita all'interno di un pool di attività. Però, se stai cercando di far rendere la tua liquidità, i fondi monetari non sono necessariamente la risposta, almeno non quando i tassi di interesse sono bassi. Vale anche la pena di notare che i fondi monetari sono anche soggetti a controlli normativi in Europa e negli Stati Uniti, generando dubbi sulla continua idoneità del prodotto per alcuni investitori aziendali.

Livello tre: investimenti complessi Nonostante la maggior parte delle imprese preferisca depositi bancari, fondi del mercato monetario o una combinazione di entrambi, alcune adottano strutture più complesse. Ad esempio, alcune società stanno usando pronti contro termine. Un accordo di questo tipo prevede che la società scambi liquidità overnight o a breve termine con titoli di alta qualità con un accordo che prevede il riacquisto dei titoli da parte del venditore a un determinato prezzo e in un determinato momento. Altri utilizzano conti gestiti separatamente, ossia quando una società incarica un gestore di fondi di acquistare e vendere titoli per suo conto. Alcune società agiscono addirittura da gestori di fondi, investendo miliardi in obbligazioni societarie. Il problema di queste operazioni è che non sono accessibili alla maggior parte delle aziende. In alcuni casi, esse richiedono livelli di investimento superiori a quelli a disposizione della maggior parte delle aziende sotto forma di liquidità in eccesso. In genere richiedono anche la creazione di complessi accordi giuridici,per i quali i team di tesoreria non dispongono del tempo e delle risorse necessarie.

Livello quattro: Dynamic Discounting Il Dynamic Discounting offre il meglio di tutte queste opzioni. Infatti, accelerando il pagamento delle fatture approvate in cambio di uno sconto, la tesoreria può ottenere rendimenti, privi di rischi, superiori a un TAEG del 10%; un risultato senza pari! A differenza di altre soluzioni d'investimento a breve termine, il valore del Dynamic Discounting va oltre il reparto tesoreria. Fornisce al procurement e alla contabilità fornitori (AP) uno strumento per raggiungere gli obiettivi di riduzione dei costi ed efficienza. Supporta inoltre l'intero ecosistema dei fornitori dell'azienda, dando loro accesso a capitale circolante a basso costo per la crescita e l'innovazione. Il bello è che qualsiasi azienda può trarre vantaggio dal Dynamic Discounting e ottenere tutti questi vantaggi. Servono solo fatture approvate, liquidità in eccesso e la migliore piattaforma per la digitalizzazione della supply chain. Hai bisogno di conoscere il funzionamento del Dynamic Discounting? Dai un'occhiata a questo post.

Livello esperto: un approccio strategico Non esiste un approccio unico per la gestione della liquidità. Tuttavia, la caratteristica comune di tutti i principali investitori aziendali a breve termine è la flessibilità. Non basta continuare a usare un prodotto perché "l'abbiamo sempre fatto". Bisogna stabilire obiettivi di investimento e costruire una suite flessibile di strumenti di investimento per raggiungerli. Se stai cercando di aggiungere valore reale alla tua organizzazione, il Dynamic Discounting dovrebbe certamente essere preso in considerazione. Sei pronto a salire di livello? Leggi la nostra guida al Dynamic Discounting e porta i tuoi investimenti a breve termine al livello successivo.